,

Bivacco Arno

Dal Bivacco Arno ci potrei quasi pretendere la residenza, con un pò di arroganza e presunzione, che forse, mi posso permettere. Non c’è stagione in cui non salga, che sia in bici, a piedi o con i due attrezzi e i vestiti pesanti. Li voglio bene a quella tana lì, ci ho dormito spesso, bevuto, ascoltato le più belle canzoni del mondo, l’ho vissuto in pieno quel legno pietrificato, e non solo come meta da raggiungere alla fine della gita con gli sci stretti e la tutina o come fotografia da condividere sui social. C’è qualcosa di più in quelle quattro mura, credeteci. Fermatevi, con un amico ancora meglio. Alla fine di questo 2017 ci ho passato anche la vigilia di Natale, ma quella, è un’altra storia…

What do you think?

0 points
Upvote Downvote

Total votes: 0

Upvotes: 0

Upvotes percentage: 0.000000%

Downvotes: 0

Downvotes percentage: 0.000000%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.